Galaxy Mesa 9000 ST - AnticaRadio

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Apparecchi a transistor > Nordmende

Nordmende Galaxy Mesa 9000 ST

Breve descrizione 


Il Galaxy Mesa 9000 St è un altro grande multibanda, sucessore del Galaxy Mesa 7000, imponente ed elegante con la sua scala parlante che occupa praticamente tutta la parte destra del pannello frontale, è subito evidente la qualità di questo apparecchio, sicuramente un competitor ingombrante nei confronti dei Grundig Satellit dell'epoca, accendendolo con la sua illuminazione della scala parlante, ti fa entrare subito nel mondo delle onde corte e non smetti più di muovere la sintonia, personalmente amo molto le sintonie analogiche come questa, l'ascolto risulta piacevole con il suo audio potente e corposo, questi apparecchi si possono trovare sul mercato dell'usato a prezzi abbordabili, bisogna però stare attenti ai contatti della tastiera ed in particolare a quelli del gruppo rotante che seleziona le bande metriche in SW, che solitamente sono ossidati e per pulirli richiedono interventi molto spesso invasivi, probabilmente è proprio questo il motivo per i prezzi che rimangono ancora contenuti.



Qui di seguito potete visionare la galleria di foto, cliccando sulle miniature si visualizza la foto relativa, se cliccate sulla foto potete vedere la foto a risoluzione più alta.

vista esterna
vista interna


Su questo apparecchio ho collegato una antenna esterna che mi permette di ricever il mondo, usarlo con la sua antenna a stilo all'interno dell'abitazione è oggi praticamente impossibile (ovviamente questo vale per tutti gli apparecchi)  visto che ci siamo dotati tutti di router, WI.FI, alimentatori switching montati all'interno dei televisori o decoder, PC e altro..... al giorno d'oggi i disturbi elettrici sulle onde medie e HF la fanno ormai da padrone, quindi con un antenna esterna si migliora la situazione, nonostante la discreta sensibilità dell'apparecchio posso dire che non è adatto a fare DX. 

Scheda Tecnica

Costruttore

Nordmende

Paese di provenienza

Germania

Modello

Galaxy Mesa 9000 ST

Anno di costruzione

 1972-1973

Numero di transistors

 37 transistors tra germanio e silicio e 3 Fet

Numero circuiti integrati

 1 il decoder stereo, 

Numero diodi

 20 Diodi, 3 Diodi Varicap, 3 Diodi Zener, 1 Ponte Radizzatore

Numero circuiti accordati

 13 per la FM, 8 per le LW,MW,SW1,SW2,SW3 e 13 Per le SW bande metriche

Supereterodina

Singola a 10.7 Mhz in FM, Singola in MW,LW,SW1,SW2,SW3 a 460Khz, 
Doppia supereterodina sulle 11 bande metriche 10,11,15,16,19,20,25,31,40,49,80 metri,selezionabili mediante tamburo rotativo,la 1° IF a 2 Mhz la 2° IF a 460 Khz

Copertura frequenze   


FM 87.5-108.0 MHz    
LW 145-420 kHz    MW 515-1650 KHz    
SW1 1580-4750 kHz    SW2 4500-12500 Khz    SW3 12000-19000 Khz  
 
Bande metriche in doppia supereterodina:

80 metri da 3480 a 4060 Khz
49 metri da 5860 a 6300 Khz
40 metri da 6900 a 7410 Khz
31 metri da 9400 a 9860 Khz
25 metri da 11590 a 12070 Khz
20 metri da 13880 a 14440 Khz
19 metri da 14920 a 15580 Khz
16 metri da 17600 a 18000 Khz
15 metri da 20820 a 21920 Khz
11 metri da 25350 a 26400 Khz
10 metri da 26800 a 29900 Khz

Passi di sintonia

 Analogica

Bande Laterali

 BFO integrato per bande laterali SSB e CW funzionante su tutte le AM, comunque il migliore utilizzo lo si ha sulle bande metriche che risultano più    "a  l  l  a  r  g  a  t  e"

Posizioni memorie

 6 memorie meccaniche per la sola gamma FM, tastiera di tipologia identica a quelle montate sui televisori di quell'epoca, con tasto e relativa regolazione potenziometrica della sintonia.

Potenza audio

 Con l'uso di batterie la potenza 3 W in mono e scende a 2,2 W in stereofonia.
Con l'alimentazione a rete la potenza sale a 4 W in mono e 3 W in stereofonia.

Controlli

Volume con interruttore di accensione integrato (solo nella versione 9000 ST), (interruttore di accensione solo nella versione 9000 al posto dell'interruttore Stereo/Mono)  toni bassi, toni alti, balance, AFC, Stereo/Mono, Radio/Registratore, BFO, sei tasti per le memorie FM e un tasto per la commutazione su sintonia manuale per l'FM, manopola per sintonia FM, selettore per le bande metriche in SW con sintonia coassiale, manopola di sintonia per le LW,MW,SW1,SW2,SW3, S-meter, pulsante monostabile per l'illuminazione della scala parlante quando funziona a batterie nonchè la verifica della carica delle batterie mediante indicazione su S-meter.
Nella parte superiore sotto alla maniglia si trovano:
tasto per la selezione di larghezza di banda per tutte le AM, pulsanti per FM, Bande metriche, ed LW,MW,SW1,SW2,SW3. 

Alimentazione

Il Galaxy mesa 9000 ST può funzionare con le seguenti alimentazioni:
Rete a 110-220 Volt, oppure mediante 6 batterie da 1,5 volt tipo D,oppure con accumulatore da 8 Volt 2.6 A ricaricabile dall'apparecchio stesso,oppure con una alimentazione esterna come ad esempio auto, barca, ecc... compresa tra 11 e 16 volt in continua o in alternata. 

Illuminazioni

Scala parlante illuminata da due lampadine da 7 Volt 30 mA, peccato per la scarsa illuminazione delle bande metriche e della mancanza di illuminazione dello S.meter, inoltre ha la segnalazione delle emissioni stereofoniche in FM, sempre con lampadina da 7 Volt 30 mA di colore verde posizionata a destra della scala FM.

Uscite/Ingressi

Il Galaxy Mesa 9000 ST dispone di Ingresso/uscita in BF , la presa al centro, per collegare un eventuale registratore, inoltre sempre tramite la stessa presa può essere usato l' amplificatore interno del 9000ST per segnali provenienti dall'esterno, come ad esempio lo stesso registratore in fase di ascolto, inoltre ha due prese  DIN 41529 per gli altoparlanti esterni da 4,5 ohm, che venivano venduti come optional.

Piccola Nota: 
le due prese per altoparlanti esterni hanno funzioni diverse, ad esempio quella indicata con canale R non esclude l'altoparlante interno mentre quella indicata con canale L esclude l'altoparlante interno, quindi volendo usare il 9000ST con cuffia tradizionale (con cavetto di collegamento) ed ascolto in  "MONO" va usata la presa L.
Attenzione però se si utilizza una cuffia wireless quest ultima non funzionerà, per utilizzare una cuffia wireless va costruito un cavetto adattatore con una resistenza interna di 680 ohm o meno, ed 1W di potenza, collegata in parallelo all'uscita L, questo è necessario per ripristinare il corretto funzionamento dell' amplificatore interno, che non avendo piu la bobina dell'altoparlante collegata, non può funzionare, questo perchè il carico di una cuffia wireless è tipicamente basso e non riesce ad attivare l'amplificatore.  


Inoltre dispone di due ingressi per le antenne esterne FM (dipolo) e per le AM più precisamente per le onde corte, le puoi vedere qui, sono le due a sinistra, inoltre scorrendo con le frecce si può vedere le foto del demiscelatore/addattatore di impedenza da 75 ohm di una discesa coassiale, a 240/300 ohm che è l'impedenza di ingresso del 9000ST, da collegarsi rispettivamente alle prese antenna DIN 45316 per l'FM e DIN 45315 per le AM presenti sull' apparecchio.

Accessori e varie

 Il Galaxy Mesa 9000 ST veniva venduto con un coperchio antipolvere in plexygalss che proteggeva tutta la zona frontale dove vi sono i comandi di utilizzo, inoltre era possibile acquistare altoparlanti esterni con linea estetica uguale al mobile dell'apparecchio.
Questo modello veniva venduto in due versioni estetiche, in simil legno (radica) come quello presentato in questo sito e in colore nero. 

Dimensioni

 490 x 270 x 120 mm

Peso senza batterie
Peso con batterie

 6,8 Kg
7.7 Kg

Note e curiosità:

Come si vede in questa foto qui l'altoparlante è di tipo ellittico 13x18 cm, e monta 2 bobine, una da 3,5 ohm e l'altra da 4,5 ohm, in realtà ne funziona sempre una sola, nel senso che normalmente è in funzione la bobina da 3,5 ohm, inserendo un altoparlante esterno utilizzato come canale destro, avviene la commutazione della bobina ed entra in funzione quella da 4,5 ohm disattivando quella da 3,5 ohm, questo avviene perchè con un altoparlante esterno viene utilizzato un secondo amplificatore interno che utilizza una coppia di transistors al germanio tipo AC117P-AC175P, quest'ultimo è sensibilmente diverso da quello base normalmente in uso, che utilizza una coppia di transistors al germanio tipo AD161-AD162, e inoltre per abbassare la potenza d'uscita generale e quindi i consumi, come si legge più in alto in questa scheda alla riga "Potenza Audio" si vede che tra funzionamento in mono e in stereo combia la potenza.

Attenzione se seguite la procedura di taratura del gruppo bande metriche indicata sul service manual usate quella in lingua tedesca, perchè quella in lingua inglese riporta valori di frequenze centrali sbagliate ad esempio la banda dei 31 metri riporta come frequenza centrale di taratura 6.1 Mhz mentre quella corretta è 9.65 Mhz, la banda dei 16 metri riporta come frequenza centrale di taratura 14.18 Mhz mentre quella corretta è 17.82 Mhz, e la banda inizia a 17.6 Mhz e non a 17.8 Mhz, in ogni caso va detto che tarare il gruppo RF delle bande metriche non è affatto agevole e va tarato (almeno io ho fatto così) con il gruppo semi smontato ed inclinato come puoi vedere qui, questo perchè è difficile arrivare a regolare le bobine sul lato che va vicino al tamburo rotante un volta posizionato il gruppo nella sua sede.

Esiste anche il Galaxy Mesa 9000 senza l'estensione  ST si tratta dello stesso apparecchio per altro identico, ma senza la decodifica stereo, e senza ovviamente la circuiteria del secondo amplificatore.

Esiste anche il Globetraveler 9000 (apparecchio introvabile) probabilmente prodotto per l'esportazione verso alcuni paesi, è identico al Galxy mesa 9000 ST ma ha due bande in più,
la banda aeronautica da 108 a 136 Mhz e la banda da 147 a 174 Mhz, in questo caso le memorie FM scendono a 4.

Questo apparecchio presenta anche varie frequenze immagine sulla banda SW2 e SW3
Lunghezza antenne e tipologia.
Per le LW,MW,SW1,SW2 sono presenti due antenne in ferrite come puoi vedere qui, quella più in alto è per LW-MW,  LW la bobina di sinistra, ed MW la bobina di destra, mentre in basso si vede l'altra ferrite per SW1 e SW2, a sinistra la bobina per SW2  e a destra la bobina per SW1, mentre per le SW3 e tutte le bande metriche viene utilizzata l'antenna a stilo di sinistra  che è lunga 141 cm e ha 9 elementi, mentre quella di destra per l'FM è lunga 83 cm e ha 8 elementi ed è orientabile.


Sluzioni tecniche a problemi

conosciuti.

I problemi maggiori di questo apparecchio era la rottura dei cursori dei potenziometri con conseguente perdita dei pomellini nonchè ossidazione, qui puoi vedere la revisione dei potenziometri e dei deviatori / iterruttori, si notano chiaramente i contatti dei potenziometri ossidati dal tempo e dopo pulizia che risultano lucidi.


Indurimento della sintonia LW-MW-SW1-SW2-SW3 se non utilizzata per molto tempo, qui puoi vedere delle foto del condensatore variabile che si indurisce.


Ossidazione dei contatti tastiera della quale puoi vedere la revisione in queste foto, ma soprattutto di quelli del tamburo rotante per le bande metriche, qui puoi vedere lo smontaggio del gruppo bande RF (la sequenza di foto è un pò lunga)

Qui invece puoi vedere il rimontaggio del gruppo bande RF

  

Qui invece varie foto del gruppo bande RF 


   

Disponibilità schema

 Si service manual completi, sia per la versione 9000 ST e per la versione 9000 (mono)

Altre Foto qui:  

Qui puoi vedere una sequenza di foto delle due schede che normalmente sono saldate tra loro.  è stato necessario smontarle per pulirle e togliere i potenziometri.

inoltre si può vedere il potenziometro della sintonia FM manuale, si vedono anche due potenziometri affiancati per la sintonia FM uno usurato l' altro integro.






Varianti che si possono trovare in questi apparecchi, differenze tra altoparlanti da doppia bobina in alcuni casi si puo trovare altoparlanti con bobina unica da 3,5 ohm, bobine di arresto montate su basetta volante, e poi montate sulla piastra della tastiera  le puoi vedere qui.

Un test di ascolto lo puoi sentire cliccando qui, la sintonia l'ho mossa continuamente per aver una idea delle stazioni ricevibili, l'audio è un pò cupo ma questo è dipeso dal microfono della videocamera, che monta la custodia impermeabile e non si può togliere.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu