Satellit 650 - AnticaRadio

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Apparecchi a transistor > Grundig

GRUNDIG Satellit 650
Versione International e Professional

Breve descrizione

Un altro grande ricevitore mondiale, da molti denominato il RE dei Satellit, il Satellit 650 è un apparecchio di grandi dimensioni, fratello del precedente Satellit 600 che in pratica risultano uguali, permette la ricezione di tutte le bande HF con un audio potentissimo, si tratta di un apparecchio digitale ma con preselettore (solo per le AM)  motorizzato, attivabile anche manualmente, il tutto realizzato con un variometro di grande classe e qualità tecnica, composto da un condensatore variabile ad aria a tre sezioni accoppiato ad una quaterna di induttori variabili più un potenziometro accoppiato al CV per definire l'autoposizionamento. sotto trovate un link ad un filmato che mostra il variometro/preselettore in funzione.


Qui di seguito potete visionare la galleria di foto, cliccando sulle miniature si visualizza la foto relativa, se cliccate sulla foto potete vedere la foto a risoluzione più alta.

vista esterna
vista interna

Il Satellit 650 in tutte le sue versioni è un apparecchio fantastico, con tutti i controlli di cui dispone è possibile per i DXer tirare fuori praticamente anche il più piccolo segnalino che si possa ricevere.
Per ripararlo e ritararlo ho dovuto sudare sette camice, in quanto l'apparecchio è stato manomesso pesantemente da persone inesperte aumentando i problemi, in ogni caso dopo la sostituzione dei transistor RF d'ingresso che risultavano non funzionanti, segno che qualcuno ha giocato con antenne esterne senza prendere le opportune precauzioni per le cariche statiche, dopo aver smontato la tastiera per ripulirla dall'abbondante spray per contatti che aveva inondato praticamente tutto il circuito  RF con conseguenti capacità parassite e untumi vari sparsi qua e là, rifatta un pista del PLL quella che porta tensione ai varicap che risultava interrotta, riparata la scheda digitale che risultava modificata malamente, insomma dopo una rivisitazione di ogni modulo che sono stati riportati tutti all'originalità, ed una accurata ritaratura ( per niente facile) il Satellit 650 è tornato a dare il meglio di sè, ed ora con i suoi quasi 9 Kg merita un posto d'onore nella mia collezione.
Oggi sarebbe impensabile costruire un apparecchio così, costerebbe una follia, e forse non saremmo piu nemmeno capaci di pensare ad un progetto del genere, grande Grundig.
Piccola nota fù proprio MAX Grundig a volere la linea "Satellit".

Scheda Tecnica

Costruttore

Grundig Germania

Paese di provenienza

Apparecchio fabbricato in Portogallo

Modello

Satellit 650  in versione Professional ed International.

Anno di costruzione

1986/1987 fino al 1992 alternato in varie versioni vedi più in basso.

 Pezzi Prodotti  Circa 70000

Numero circuiti accordati

in FM 6 di cui 4 sintonizzabili, in AM 11 di cui 3 sintonizzabili

Supereterodina

Singola in FM FI a 10.7 Mhz
Doppia in LW-MW-SW prima FI  54.5 Mhz, e 450 Khz la seconda FI


Copertura frequenze e versioni       


Colore del mobile denominato "Gemini-Grey Body" (quello presentato in questo sito)

Sat. 650 "Professional" dal 1986/1987 fino al 1988/1989 Da 1600 - 26100 Khz.
Sat. 650 "International" dal 1986/1987 fino al 1988/1989 Da 1600 - 30000 Khz.


Colore del mobile denominato "Black Body Outfit"

"Professional"  Da 1600 - 26100 Khz. dal 1986 fino all'autunno 1989

"International"   Da 1600 - 30000 Khz  dal 1986 fino all'autunno 1989

"Professional"  da 1600 - 30000 Khz  dall'autunno 1989 fino all'autunno 1991

"Professional"  da 1600- 30000 Khz  dall'autunno 1991 fino all'inverno 1992
denominata "FINAL EDITION" circa 1000 apparati prodotti.

( Queste date possono presentare inesattezze )



LW
148-420 kHz     MW 510-1620 KHz     SW vedi sopra
FM 87.5-108.0 MHz

Per estendere la gamma del professional fino a 30Mhz vedi qui

Passi di sintonia

Girando la sintonia lentamente ogni step è 1 kHz per la ricezione AM e 10 kHz per FM.
Se invece viene girata velocemente 3 Khz in LW, 5 Khz in MW, 11 o 111 Khz in SW (in base alle bande) e 110 Khz in FM

Bande Laterali

BFO SSB Clarify LSB/USB  

Posizioni memorie

60 Memorie suddivise nel modo seguente:     4 per LW, 8 per MW, 32 per SW, 16 per la FM.

Potenza audio

Circa 15W RMS, 30W di Picco con alimentazione a rete, a batteria la potenza scende a circa 7W

Controlli

AGC e MGC, toni alti, toni bassi, volume, ANL, clarify, tre step di banda.

Alimentazione

110-127   -   220-240  Volt alternati a rete,
oppure 6 batterie da 1,5 Volt tipo Torcia D con autonomia di circa 78 ore in alternativa con accumulatore ricaricabile tipo ACC-476Dryfit Grundig con autonomia di circa 20 ore.
Oppure mediante cavetto dedicato DC esterna da  10-16 V per l'alimentazione in barca o altri mezzi.
Inoltre necessita di due pile da 1.5 volt tipo stilo AA per l'orologio ed il mantenimento delle memorie

Illuminazioni

Si scala parlante del preselettore (solo in AM) piu display ed S-meter illuminati

Uscite/Ingressi

Ingresso per antenna LW con attacco frontale e ferrite escludibile, ingresso selezionabile per antenna int/ext FW-SW, uscita/ingresso DIN per registratore o amplificatore, piu due cinch audio.
Uscita cuffia frontale jack 6.3 mm.

Accessori e varie

Dispone di due fori filettati da M4 sulla base per fissare l'apparecchio ad esempio su barche.
Accumulatore ricaricabile dall'apparecchio stesso di tipo  "ACC-476 Dryfit Grundig" utilizzato anche su altri Satellit, lo potete vedere qui,   8V 3Ah con un fusibile da 2A, uno di essi è stato ricostruito, utilizzando un accumulatore di tipo A508.

Dimensioni

504x242x202 mm  compresa la maniglia.

Peso senza batterie
Peso con ACC476Dryfit

8.5 kg
9.5 Kg

Note e curiosità:



Pubblicazioni specifiche per Satellit 650


Colore del mobile denominato "Gemini-Grey body" assomiglia al verde militare.

La versione "Professional" con limitazione SW a 26100 Khz ha ottenuto l'autorizzazione per l'utilizzo marittimo FTZ S 34 0132. indicata in alto a destra come puoi vedere qui.
Probabilmente il primo apparecchio commerciale ad ottenere questa autorizzazione.

Apparecchio digitale ma con preselettore ad induttori e CV ad aria ( variometro )  motorizzato/manuale  puoi vedere qui un filmato

Dispone di box interno (cassa acustica) a due vie la foto a questo link.

Una pubblicazione su questo apparecchio è stata scritta da Thomas Baier.
"King of the Satellits Six Five O"  ISBN 1882123565
purtroppo il libro risulta difficoltoso da trovare.
 


Qui il link dell'unico posto dove l'ho trovato ed era disponibile !




Per riparare il Satellit 650 l'ho dovuto smembrare e ricomporlo sul banco in quanto presentava notevoli anomalie, e ripararlo da assemblato risultava piu difficoltoso.

  
Sluzioni tecniche a problemi
conosciuti

Uno dei problemi che affliggeva questo apparecchio è il display in errore permanente oppure in modo saltuario, in questi casi si è trovato il microprocessore che veniva mantenuto in reset dovuto a problemi elettrici del circuito stampato, nel mio caso il circuito stampato è risultato ionicamente contaminato, in pratica la parte di supporto che deve essere isolante era diventata leggermente conduttiva, dovuto probabilmente ad un non corretto lavaggio del PCB durante la produzione,il fenomeno si attiva con il passare degli anni, oppure ad altri elementi (anche il supporto stesso) che con il tempo e la corrente elettrica passante anno modificato la loro struttura, in questo caso alcune piste vicino al blocco presa/fusibile della rete,venivano influenzate e proprio li vicino passa un pista del reset micro che è una linea ad alta impedenza, che influenzata, resetta temporaneamente o permanentemente il micro impedendo di fatto il funzionamento dell'apparecchio, il dispaly in alcuni casi lampeggia 88888 alternandosi alla frequenza radio, inoltre aveva dispersione elettrica se collegato a rete tra il bordo del PCB vicino al pozzetto fusibile (non vi erano piste che passavano sul bordo) e terra quindi una certa pericolosità,per cui un altro indice che il PCB era conduttivo, le zone conduttive erano di un colore scuro.
Smontato alcune parti come il blocco presa/fusibile, pulito il PCB smerigliandolo e tolte le piste di rete e rifatte a cavetto elettrico, rifatta inoltre anche a cavetto elettrico la pista di reset, l'apparecchio è tornato a funzionare.
Puoi vedere qui la situazione elettrica cioè lo stato di alcune linee elettriche per ottenere il funzionamento dell'apparecchio con interruttore in posizione manuale ON, lo stato si intende 0 volt - 5 volt.

Un problema abbastanza ricorrente era la bruciatura delle lampadine sono riuscito a trovarle in Germania a questo link di seguito i codici delle lampadine.
Cod.   33 G 130     6-7 Volt 30 mA  per LCD ed S-meter

Cod.   33 G 131      6-7 Volt 80 mA  per la scala parlante
Ad onor del vero devo dire che pur avendo caratteristiche elettriche, uguali alle originali, fanno sensibilmente meno luce ma ciò non guasta, il lato positivo è che dureranno di più.
Potrebbero essere sostituite con dei LED ma questa è un altra storia, a mè piace mantenere per quanto possibile l'originalità .

Disponibilità schema

Si service manual completo.
Ho trovato alcune incongruenze sullo schema, di seguito le differenze riscontrate:
Pag 4 probabile errore di stampa, foto variometro,
i punti 5 e 10 sono da intendersi invertiti tra loro.
i punti 6 e 11 sono da intendersi invertiti tra loro.
A pagina 7 R521 viene indicata da tarare in modo che con 30 uV lo S-meter indichi il 3 invece va tarata in modo che indichi 1.
A pagina 21 (sul pin 33 del micro) se non è presente (è visibile solo negli schemi piu recenti con ID L805), va aggiunta una induttanza da 100 uH,
inoltre va messo un condensatore da 1 nf tra questa induttanza SU STV805 pin 2 e massa

Le resistenze delle lampade nelle prime versioni erano rispettivamente da:
R924   47 Ohm, ... nella  nuova versione >  R924  47 Ohm   Invariata
R923 100 Ohm,  ... nella  nuova versione >  R923 150 Ohm
R920 100 Ohm,  ... nella  nuova versione >  R920 120 Ohm
R921 100 Ohm,  ... nella  nuova versione >  R921 120 Ohm

Altre Foto qui:  

Variometro - DC.DC converter - Scheda SSB - Scheda RF - Encoder ottico - Scheda BF - Disassemblaggio tastiera - Display LCD - Scheda microprocessore - Antenna in ferrite - S-meter - Scala parlante preselettore - Qui un bel libro che tratta tutti i Satellit.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu